Progetti

Facciamo che noi saremo

Come AIAS Ivrea, partecipiamo in modo attivo al progetto “Facciamo che noi saremo”, promosso dal consorzio In.Re.Te., che mette in connessione tutte le associazioni e le realtà del territorio per generare una visione integrata delle sfide e delle necessità poste dal tema del “Dopo di noi…”, ed una risposta completa e condivisa.

Con una modalità esperienziale e partecipativa, il progetto sta esplorando il sentire di tutte le realtà coinvolte, spingendo tutti a posizionarsi come attori del percorso e a plasmarlo insieme.

Quali sono le possibilità per persone con disabilità, famiglie, operatori professionali e servizi di fronte alle sfide poste dai cambiamenti: ri-conoscersi, costruire saperi condivisi, generare fiducia, mettersi in gioco?

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinFacciamo che noi saremo
read more

Siblings, la parola che mi manca

Il termine sibling indica il rapporto di fratellanza, ma ormai è in uso per indicare fratelli e sorelle di persone con disabilità.

La letteratura evidenzia le peculiarità della condizione di sibling: spesso questi soggetti, soprattutto in età infantile, si trovano a vivere una condizione particolare (talvolta traumatica) legata alla disabilità del proprio fratello/sorella ed alla gestione della stessa all’interno della famiglia e dei contesti di vita.

Ciò che emerge dagli studi effettuati finora è la necessità di costruire iniziative volte al “prendersi cura” dei siblings, iniziative a forte carattere preventivo più che curativo.

La condizione di sibling, infatti, non necessariamente comporta la presenza di aspetti critici o patologici, bensì si ritiene che offrire degli spazi e degli interventi mirati possa migliorarne la qualità della vita con una positiva ripercussione sull’intero nucleo famigliare e non da ultimo sul fratello/sorella disabile.

L’iniziativa che portiamo avanti vedrà le seguenti fasi di attività:

  1. difusione della cultura dei sibling
  2. creazione di momenti di informazione e formazione rivolti alla cittadinanza
  3. creazione di percorsi di informazione e formazione rivolti a famiglie
  4. realizzazione di un percorso di formazione per facilitatori di gruppi per sibling
  5. lancio del primo percorso di gruppo per sibling
Ecco le tre date:

  • Ivrea: 17 maggio in Sala Santa Marta (17.00-19.00)
  • Cuorgnè: 24 maggio presso l’Ex Chiesa SS Trinità (17.00-19.00)
  • Caluso: 31 maggio presso la Sede CISSAC (17.00-19.00)

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinSiblings, la parola che mi manca
read more

Tu chiami, AIAS risponde

Crediamo che nessuna famiglia debba mai sentirsi sola: per questo abbiamo istituito un numero di telefono al quale contattarci liberamente, per un consiglio, un’informazione, o anche semplicemente un attimo di conforto e condivisione.

Puoi telefonarci al 346-6333896.

Salva questo numero in rubrica, usalo quando lo desideri, offrilo a chi ti sembra averne necessità. Siamo a distanza di uno squillo.

Elena ZambolinTu chiami, AIAS risponde
read more

Ci vuole un villaggio

Con il progetto “Ci vuole un villaggio” vogliamo permettere a chi solitamente non ha modo di avvicinarsi alle attività di volontariato.

Tanti raccontano con dispiacere di non avere abbastanza tempo, o di non sentirsi preparati a sufficienza, per impegnarsi in un’attività di volontariato. Con questo progetto, cerchiamo di dare risposta a tutte queste energie e disponibilità che sono, invece, davvero preziose.

Ogni volontario potrà donare all’iniziativa una o più ore del suo tempo, anche se limitate come quantità (eg. qualche ora per mese) e/o non continuative.

Messe insieme, coinvolgendo persone diverse da parenti e terapeuti, creano una rete di attività e di relazioni, dentro la quale i beneficiari disabili possono muoversi con sempre più sicurezza, e crearsi attorno non solo una famiglia, ma un vero “villaggio”.

Le disponibilità vengono raccolte da professionisti che accompagnano nella realizzazione delle attività più adatte, sia per i donatori sia per i beneficiari. Non c’è bisogno di particolari capacità specifiche, perché tutte le attività si potranno imparare sul campo, e si baseranno sui talenti che ognuno saprà portare.

Anche le piccole e medie imprese del territorio sono le benvenute nel progetto: possono adottare un’iniziativa, e contribuire con le ore dedicate dai dipendenti e dai colleghi, diffondendo la cultura del volontariato d’impresa.

Ogni ora conta, ogni persona conta. Insieme, costruiamo un “villaggio”.

Vorresti fare il volontario?

Ti aspettiamo!

Se ti interessa segnalare la tua disponibilità o saperne di più su questo argomento, puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinCi vuole un villaggio
read more

La maggiore età

Anche questa iniziativa, come molte altre, nasce dalle esperienze dirette dei soci. Cosa accade infatti quando un ragazzo disabile diventa maggiorenne?

Il tema del passaggio alla maggiore età di un figlio disabile è un tema estremamente delicato. Coinvolge aspetti burocratici e normativi che pongono di fronte alla scelta tra varie opzioni da seguire per continuare a tutelare l’interesse del proprio figlio.

Opzioni che vanno conosciute a fondo, sia per la loro valenza giuridica, sia per i vissuti ed i risvolti psicologici che attivano nel genitore.

Per questo, come AIAS Ivrea abbiamo deciso di intervenire per creare materiale informativo e divulgativo che possa supportare le famiglie nell’affrontare il passaggio e nell’effettuare una scelta informata.

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinLa maggiore età
read more

Comunicazione della diagnosi

Questa iniziativa nasce dalle esperienze dei soci. Nel ripercorrere insieme quali fossero i passaggi cruciali sui quali concentrare energie e progetti, tutti hanno sottolineato l’importanza della comunicazione della diagnosi di disabilità, e del ricordo (purtroppo spesso negativo) che ne conservano.

Per questo, abbiamo deciso di agire perché la situazione migliori, in ambito sanitario e sociale.

Queste le linee di intervento dei prossimi mesi:

  • mappare la situazione esistente e le linee guida multidisciplinari esistenti;
  • lavorare con familiari, operatori sociali e sanitari per condividere un approccio integrato;
  • sensibilizzare e diffondere le buone pratiche, attraverso la rete dei pediatri territoriali e ospedalieri

Con questo progetto contiamo di fornire il sostegno ed il supporto necessario a fronteggiare e superare il difficile e delicato momento di primo impatto con la disabilità, trasformandolo in un passaggio in cui la famiglia si senta compresa, accolta, sostenuta.

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinComunicazione della diagnosi
read more

Auto Mutuo Aiuto

Presso la sede AIAS di Ivrea, in via Ravaschietto 31, si tiene il progetto A.M.A. – Auto Mutuo Aiuto.

Il gruppo A.M.A. permette alle famiglie di condividere la realtà di genitori di bambini e ragazzi con disabilità. Il confronto, la condivisione di esperienze, situazioni comuni, fatiche e difficoltà e la creazione di solide reti di aiuto sono risorse indispensabili e patrimonio di tutto il gruppo.

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinAuto Mutuo Aiuto
read more

Parent training

Il percorso di parent training vuole contribuire a costruire genitori e famiglie competenti, serene e sicure nell’affrontare i vari aspetti della vita con un figlio con disabilità.

I vari incontri, tenuti dall’Associazione Sillaba, hanno approfondito diversi temi, portando presso la sede dell’AIAS terapeuti, operatori sociali, referenti dei servizi, insegnanti:

  • l’inizio del percorso: dall’invio al servizio, alle prime visite, alle diagnosi
  • invalidità civile e legge 104: i riferimenti normativi, i diritti, come presentare le domande e come prosegue l’iter burocratico; quali agevolazioni sono previste
  • la scuola: le certificazioni richieste, il sostegno e l’assistenza scolastica; diagnosi funzionale, PDF, PEI
  • i servizi sociali: quali strutture esistono sul territorio, come e quando contattarle, quale percorso
  • CAA: cos’è la comunicazione aumentativa alternativa, in quali casi è utile, a cosa serve, a chi rivolgersi
  • affettività e sessualità: cosa si intende, quale percorso immaginare, quali servizi esistono, a chi si rivolgono
  • comportamenti problema: la loro definizione, le strategie di intervento, come e quando agire

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinParent training
read more

AIAS On Air

Grazie a Davide Mindo e a Radio Spazio Ivrea, siamo stati ospiti del programma “La Tortuga” per raccontare le nostre attività e chiacchierare insieme.

Per chi volesse, è possibile ascoltare il podcast qui: http://www.radiospazioivrea.it/podcast/la-tortuga-del-08112017-con-aias/

Il tuo contributo è per noi prezioso: per ogni commento, opinione, idea, o se ti interessa saperne di più su questo argomento, siamo a disposizione.

Puoi telefonarci al 346-6333896 o scriverci a info@aiasivrea.it

Elena ZambolinAIAS On Air
read more